Servizio Contabile Italiano - Home
dic 082012
 

Una storia di successo: da bambino poverissimo a ricco benefattore. Duncan Bannatyne Walker

Duncan Bannatyne

Duncan Bannatyne – Imprenditore di successo

Quella che vi stiamo per raccontare sembra una favola a lieto fine ma è realtà, una storia vera che potrebbe essere quella di tanti uomini e tante donne coraggiose che hanno voglia di mettersi in gioco.

Duncan Bannatyne Walker, nasce in Scozia nel 1949, oggi è uno dei più noti imprenditori ma in realtà è un selfmade man.

Ducan nasce in una famiglia povera,una famiglia che veramente non ha nulla o poco più, la sua è stata una reazione ad una esistenza misera, così misera che da bambino non poteva permettersi manco una bicicletta perchè la famiglia non poteva comprarla. E’ così che Ducan Bannatyne ancora quasi bambino cerca lavoro. Non è facile trovare lavoro però nella Scozia del dopo guerra nemmeno per un ragazzino volenteroso, per ottenere il suo primo ingaggio lavorativo Ducan doveva trovare i clienti, così richiedeva il datore di lavoro. Ducan armatosi di forza e coraggio trova i 100 clienti richiesti ed inizia la sua vita da lavoratore. Da venditore di giornale dura poco tanto è che già a 12 anni si arruola nella Royal Navy come meccanico apprendista di seconda classe. Un lavoro duro e faticoso che formerà Ducan anche se dopo diversi anni viene congedato per aver fatto a botte, sembra, con un ufficiale in un porto scozzese.

Nella biografia ufficiale di Ducan si racconterà che la lite con l’ufficiale è una reazione ai soprusi subiti nel lavoro. Il giovane ha solo 19 anni e viene condannato a 9 mesi di carcere militare da dove uscirà a circa 20 anni pagando anche una piccola ammenda. Ducan continua a cercare lavoro e cambiarlo ma poco più che ventenne si sposa,Ducan però vive nell’isola di Jersey, nel canale della Manica, dove il lavoro è scarso e per lo più inesistente. Così con la moglie si trasferisce nel nord est inglese senza un soldo e senza un conto in banca. Qui però nella nuova cittadina Stockton-on-Tees ha una idea innovativa per quegli anni: il furgone del gelato! Ducan parte da prima con un solo furgone acquistato per una cifra che in quegli anni era un patrimonio 450 sterline inglese, ma il lavoro rende così bene che subito dopo la sua attività si espande, anche se la sua espansione gli costerà botte e risse continue.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dopo qualche anno cede la sua attività per 28 mila sterline ed usa quei soldi per una nuova idea imprenditoriale : una casa di cura.

Da bambino senza bicicletta a quarantenne proprietario di una casa di cura. Anche qui è subito successo tanto è che la prima cessione aziendale del 1997 frutterà ben £ 26.000.000 una immensità, la casa si cura comprendeva anche una catena di nursery per bambini ed asili nido con un valore di circa 2milioni di pounds, non solo, Ducan nel frattempo aveva fondato ed era diventato amministratore delegato anche della ‘Just Learning’.

Da metà anni 90 per Ducan è una scalata verso il successo, dopo le case di cura si dedica ai centri di benessere passando poi agli alberghi. E’ così che da una idea e con un investimento di partenza di 28mila sterline Ducan si ritrova a capo di una catena alberghiera dal patrimonio immenso. Gli anni 2000 trascorrono rincorrendo nuovi investimenti sino a che nel 2006 la proprietà di Bannatyne conta 26 centri benessere e i relativi Hilton Hotel annessi: il valore degli investimenti è quello di 92 milioni di sterline.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ducan, il bambino che vende giornali, l’apprendista meccanico punito dalla Marina Inglese, il giovane venditore di gelati diventa così il primo proprietario indipendente di una delle più note catene di centri benessere e alberghi inglesi, la corsa verso il successo è continua e la sfida sembra perpetua. Nel 2010 Ducan acquisterà anche il Charlton House Hotel and Spa a Somerset e migliorerà i servizi offerti dal già noto centro benessere, sempre in quegli anni compra e fonda il “Bannatyne Spa Hotel” di Hastings .Ducan non fa solo l’imprenditore ma scrive anche per una nota rivista inglese di economia, ovviamente e recita persino partecipando ai Dragons Den in una delle sue televisioni. Perchè nel frattempo Ducan si è dedicato anche all’informazione e alle televisioni. Il suo patrimonio è uno dei più ampi in Europa con circa 430.000.000. di sterline.

Memore della sua infanzia povera e misera, Ducan è anche un noto filantropo ed infatti collabora a diversi progetti con enti di beneficenza un po’ ovunque in Europa e, oltre i pasti di Maria, una sorta di mensa del povero, Ducan opera in Romania con la Casa Bannatyne a Târgu-Mures che in realtà è un ospizio per gli orfani causati dall’AIDS ma soprattutto ha fondato la Fondazione Bannatyne Charitable con una iniezione personale di £1.000.000, la sua opera benefica però è così grande che ogni anno dà una importante somma in dono anche all’organizzazione del No Smoking Day.

Ovviamente Ducan si dedica anche alla politica ma il suo maggior impegno sociale è quello di creare nuovi posti di lavoro e cerca di creare nuovi programmi per riuscire a far fruttare al massimo le detrazioni fiscali. Le imprese di Ducan non si fermano qui infatti contribuisce anche ad un nuovo sistema bancario creato dalla Clydesdale Bank ‘s eYorkshire Bank che consiste nel far diventare protagonista del sistema bancario anche l’ultimo degli impiegati.

La vita di Ducan non si ferma qui infatti anno per anno, mese per mese, la sua carriera è un crescendo di investimenti economici ma anche e soprattutto beneficenza che fa in ogni angolo del pianeta.

Certo per essere stato Ducan un bambino povero della Gran Bretagna del dopoguerra il successo è tanto. Forse il segreto del successo di Ducan sta proprio nella volontà di ribellarsi alla situazione di ingente povertà dove era cresciuto.

 

Sorry, the comment form is closed at this time.